Curiosità

La Belle Epoque e il suo stile

La “Belle Epoque” (l’epoca bella), nasce in Francia alla fine dell’Ottocento. Regnava la pace perchè le guerre erano lontane e nel mondo Occidentale ci fu un periodo (che durò poco più di un ventennio) di progresso e benessere. Da qui appunto la sua definizione.

il_570xN.844914682_ogxf
Etsy

Si costruirono ferrovie e vennero fabbricate le prime automoili.

Venne scoperta l’elettricità, la radio, il telefono, il cinema e la macchina da scrivere. Ci fu il primo voto e il primo volo e venne costruito il primo grattacielo a Chicago nel 1880.

Il commercio era alle stelle e la borghesia trionfava con il suo stile di vita a partire dalle abitazioni, dal modo di vestire e dall’arredamento.

Primeggiavano i ricchissimi, i quali conducevano una vita lussuosa fatta anche di opere umanitarie che servivano a mettere in risalto la loro immagine.

Il benessere consentiva di potersi permettere anche le vacanze in luoghi balneari e termali. Nascono così le prime località turistiche come Sanremo, Recoaro  Terme e la Costa Azzurra.

Fu anche il periodo dell’ “Art Nouveau” che in Italia venne definita come “Stile Floreale” e/o “Stile Liberty” , o “Arte Nova”.

Era un movimento filosofico che influenzò le arti figurative e l’architettura.

In quest’ultima, la fonte d’ispirazione era la natura: ornamenti floreali e vegetali venivano usati nelle porte e vetri, nelle lampade ma anche come graffiti nelle abitazioni e negli edifici.

fregi-esterni
Design Mag

nancy-1532405_1920-e1495606670688

lampada-liberty
Design Mag

Molti palazzi e monumenti sono stati riconosciuti dall’ UNESCO come “Patrimonio dell’umanità”. Ad esempio a Torino (che  è la città dove sono cresciuta), ci sono molte case in stile Liberty le quali spiccano tra le altre abitazioni in tutta la loro bellezza, rendendo la parte storica ancora più affascinante.

fenoglio_liberty_1
TorinoFree.it

Ma, ahimè, con l’incombere della Prima Guerra Mondiale, questa incantevole realtà finisce, ma la testimonianza di ciò che è stato esiste ancora e noi abbiamo la fortuna di poter ammirare queste opere nel ricordo di un periodo che anch’esso ha fatto la storia.

Curiosità:

Anche il Titanic fa parte della Belle Epoque. Emblema intramontabile che continua ad emozionare.

Foto-Camila1
jornaljr.com.br

Rita Usai ( collaboratrice per il blog: “Il mondo di Tea”)

2 comments

Rispondi